Case in legno

Il nostro sistema di costruzione degli edifici in legno, garantisce rapidità di realizzazione, elevato comfort e sicurezza, alta resistenza agli agenti atmosferici durata nel tempo e sostenibilità ambientale. Il legno è una sostanza naturale antibatterica, adatta a chi soffre di allergie. Rispetto alle costruzioni in muratura, la casa in legno crea un clima sano, asciutto, caldo e confortevole. Offre un elevato isolamento acustico e regala la tranquillità che cerchiamo nelle nostre case.
Ogni casa è realizzata secondo le idee ed esigenze individuali del committente, non ci sono tipologie standard o progetti prefissati.

La materia prima dei moduli è solitamente l’Abete Rosso, che ha una elevata capacità di ricrescita naturale. Il legno è privo di sostanze che danneggiano la salute. E’ durevole, resistente e indeformabile. Le pareti in legno massiccio sono asciutte e regalano un insuperabile comfort. Un unica struttura con capacità di accumulo termico e isolamento allo stesso momento. E stop a muffe, condensa, umidità e ponti termici.

I tempi di montaggio sono rapidissimi: occorrono poche settimane per costruire una casa che è immediatamente abitabile, per l’assenza di umidità tipica dei materiali da costruzione tradizionali.
Il progetto può essere essere modificato in corso d’opera o ampliato nel tempo, è la soluzione perfetta per ampliamenti rapidi di case esistenti.

I costi restano contenuti grazie ai tempi di montaggio. L’ottimo coefficiente di isolamento termico permette un notevole risparmio energetico per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo. I tempi diventano certi e rigorosi per la consegna, rispettando il costo pattuito.


I vantaggi di una casa in legno

icone 0005 Oggetto-vettoriale-avanzato

Comfort abitativo

Gli edifici in legno costruiti con X-lam o con sistema a telaio su fondazioni o platee in CLS assicurano un comfort superiore.
Il controllo dell’umidità avviene grazie all’elevata traspirabilità del legno unitamente a precisi accorgimenti tecnici; diminuisce la proliferazione di muffe e agenti batteriologici infestanti nocivi per la salute.
L’assenza di elementi metallici riduce l’inquinamento elettromagnetico. Le strutture in legno infatti, non riflettono internamente le onde elettromagnetiche prodotte dai dispositivi elettronici, come telefoni cellulari e computer. Un ulteriore vantaggio è che non contengono il Radon, un gas radioattivo cancerogeno.

 Prestazioni energetiche

Il nostro sistema costruttivo garantisce prestazioni energetiche elevate: la dispersione del calore viene limitata notevolmente grazie alla natura isolante del legno e all’annullamento di ponti termici dell’involucro edilizio.
Possono essere abbinati diversi tipi di materiali isolanti, tenendo conto delle condizioni climatiche, dell’orientamento e della ventilazione naturale all’interno dell’edificio.
La struttura X-lam o a telaio garantisce l’inerzia termica dell’involucro edilizio attraverso lo sfasamento dell’onda termica; vantaggio fondamentale nei periodi estivi poiché impedisce al calore di entrare durante le ore più calde.

icone 0004 Oggetto-vettoriale-avanzato
icone 0006 Oggetto-vettoriale-avanzato

 Ecologia

I nostri edifici in legno costruiti con legnami provenienti esclusivamente da foreste gestite secondo leggi internazionali in materia di sostenibilità ambientale.
L’incollaggio degli elementi viene eseguito utilizzando adesivi speciali e garantendo il minimo impatto ecologico.

 Basso consumo energetico

Gli edifici in legno consumano poco sulla bolletta.

Se ben progettati e correttamente realizzati riducono al minimo i costi di riscaldamento, raffreddamento, energia elettrica e ventilazione. La necessità di energia è legata solo alla percentuale residua di caldo-freddo dovuta ai picchi climatici esterni.

I pannelli solari, ammortizzabili in poco tempo, sono ideali per la produzione di acqua calda sanitaria e vanno scelti e dimensionati in base alle condizioni climatiche della zona. In luoghi aridi e con carenza di acqua potabile – ad esempio interventi eco-compatibili in aree poco urbanizzate – vanno previste soluzioni con serbatoi di accumulo.
Un impianto di ventilazione meccanica a recupero del calore con funzione di raffreddamento e de-umidificazione, consente un’eccellente termoregolazione del clima interno, con una spesa abbordabile.
L’impianto solare fotovoltaico sfrutta l’energia del sole per produrre energia elettrica necessaria all’alimentazione dell’edificio. I pannelli non inquinano, consentono un sensibile risparmio e sono estremamente affidabili: la loro vita media è superiore a 25 anni e i costi di manutenzione bassissimi.

icone 0003 Oggetto-vettoriale-avanzato

Resistenza al fuoco

Studi e prove tecniche hanno dimostrato, al contrario di quanto si possa immaginare, che le strutture in legno godono di un ottima resistenza al fuoco. In natura il legno reagisce all’azione del fuoco carbonizzando la sezione dall’esterno verso l’interno: in tal modo la parte carbonizzata permette il mantenimento delle caratteristiche meccaniche della sezione interna.
Grazie a queste caratteristiche naturali, all’accurata scelta di materiali, alla composizione delle strutture ed una corretta progettazione, si possono ottenere risultati compatibili con le normative di sicurezza in materia di antincendio.

 Ai terremoti

Gli edifici in legno rispondono pienamente a tutti i requisiti necessari per resistere alle sollecitazioni dei terremoti.
L’elevata elasticità, aumentata da una corretta disposizione e composizione degli elementi, consente all’edificio di mantenere forma e staticità anche in presenza di eventi sismici violenti.
Un corretto dimensionamento della platea di fondazione permette un adeguato assorbimento delle scosse, scaricandole verso il terreno.
X-lam o a telaio sono considerate le soluzioni strutturali antisismiche in presenza di edifici multi-piano, come dimostrato da molteplici studi e prove fisiche. In Giappone un edificio di 7 piani ha superato una prova di resistenza ad un terremoto di 7.3 gradi della scala Richter.

 Al vento

Dopo accurati calcoli statici la struttura dell’edificio realizzato in X-lam o a telaio sono saldamente ancorate ad una platea in cemento armato, grazie a staffe e tasselli in acciaio zincato. Tutte le pareti perimetrali sono notevolmente solide grazie alla loro stessa composizione a strati.
Anche in questo caso l’elevata elasticità naturale del legno ed una meticolosa cura dei dettagli in fase di progettazione e realizzazione garantiscono un’eccellente resistenza alle sollecitazioni, anche in condizioni estreme come trombe d’aria e uragani. In questi casi in fase progettuale vengono pianificati ulteriori rinforzi alle pareti.



Legenda e spaccati sezioni principali di costruzione

Sezione parete tipo per costruzioni in Xlam

  1. Intonaco a base di silicato di potassio granulometria 1 mm, compreso rete in fibra di vetro.
  2. Isolante termico in fibra di legno naturale mm. 80+80.  Strato esterno densità 160 Kg/mc,  strato interno densità 110 Kg/mc.
  3. Parete portante in pannelli X-LAM multistrato incrociato (spessore e ferramenta in base a calcoli strutturali ).
  4. Camera per passaggio impianti sp.mm.50 riempita nei vuoti con mm.50 di Isolante in lana di roccia / fibra di legno densità 40 Kg/mc.
  5. Lastra in cartongesso sp.mm.15 + lastra in fibrogesso FERMACELL sp.mm.15 ( verso interno locale ) posate a giunti sfalsati.

Sezione parete tipo per costruzioni a telaio

Sezione solaio tipo

  1. Controsoffitto realizzato con pannello in fibrogesso FERMACELL sp.mm.15, fissato ad intercapedine realizzata con  listelli 5×5 per passaggio impianti fissata a sua volta a solaio in X-LAM sovrastante, riempita nei vuoti con mm.50 di Isolante in lana di roccia / fibra di legno densità 40 Kg/mc.
  2. Solaio costituito da pannelli X-LAM ( spessore e ferramenta in base a calcoli strutturali ).
  3. Membrana Isolante in polietilene.
  4. Sottofondo a secco composto da listellatura 6×10 passo cm.60 circa per passaggio impianti; riempimento realizzato con granulato di calcestruzzo cellulare minerale essicato tipo FERMACELL o similari.
  5. FERMACELL “2E31” elemento da sottofondo realizzato con 2 lastre di fibrogesso 2×10 mm. accoppiate a lastra isolante sp.mm.10 in fibra di legno.
  6. Impianto di riscaldamento radiante posato a secco.
  7. Pavimento a finitura ( Secondo capitolato )